L'orto e le zucche giganti

C’è un vecchio detto toscano che dice “L’orto vuole l’uomo morto”…

In effetti la preparazione e la cura dell’orto sono estremamente impegnative e faticose, ma regalano soddisfazioni grandissime!

Il nostro primo orto è nato dal desiderio di mangiare qualcosa di “fatto da noi” e soprattutto non trattato con pesticidi ed altri prodotti chimici. Inoltre la verdura commerciale, quella che si acquista al supermercato, è tutta uguale e tutta insapore. Ci sono invece migliaia di varietà sconosciute che offrono sapori, consistenze e profumi fantastici e che possono determinare la riuscita di una ricetta semplice, ma buonissima, proprio perché…realizzata con materie prime buonissime!

Nel nostro orto applichiamo alcuni principi:

  • Cura del terreno e delle piante secondo le tecniche ed i principi dell’agricoltura biodinamica. Siamo consapevoli che la terra è un organismo vivente e che quello che le viene tolto le va restituito.
  • Non si usano concimi chimici e pesticidi.
  • Il terreno viene lavorato il meno possibile in modo da lasciare integri i suoi strati e di non alterare le forme di vita che lo abitano e lo rendono fertile e di evitarne il compattamento.
  • Si applica la “rotazione” delle coltivazioni per non depauperare il  terreno.
  • Tutte le piante vengono prodotte da seme direttamente da noi. La semina ed il trapianto sono effettuate seguendo il calendario biodinamico.
  • La scelta delle varietà di ortaggi si basa sul principio di preservazione della biodiversità.

 

Se sei interessato ad avere informazioni sulle nostre zucche giganti visita il sito www.lezucchedelgallonero.it